Viaggio a Rebricea dopo 500 Giorni.

Viaggio a Rebricea dopo 500 Giorni.

Dal 24 Febbraio 2020 al 9 Luglio 2021 sono passati esattamente 500 giorni. Sono personalmente stupito dalla “rotondità” di questo numero. Da quando ci occupiamo di Chedes Agape (e della vita che brulica al suo interno) non è mai passato così tanto tempo tra una visita e l’altra.

Rispetto ai viaggi scorsi, questa volta la sensazione che avevo era diversa, tra l’altro avrei viaggiato da solo e in qualche modo sapevo che avevo bisogno esattamente di questo.
Sentivo crescere forte in me la voglia ed il bisogno di concretezza, dopo mesi passati in una vita pressoché virtuale, in un vortice di ansie e dubbi sul futuro e anche qualche momento di destabilizzazione personale, tutto condito con una punta di pessimismo.

Questa volta ero consapevole che ero io ad aver bisogno di loro più di quanto loro avessero bisogno di me.
In fondo però, quello che mi spingeva a partire era il desiderio di non mancare all’impegno preso più di 6 anni fa: occuparmi assieme ai soci di Bethesda, di questo popolo così martoriato, in questo momento più che mai, dalla povertà sia materiale che spirituale.

Onestamente non pensavo di poterlo dire, ma mi mancava terribilmente quel volo del Venerdì sera da Bergamo a Iasi, quasi sempre regolarmente in ritardo 🙂

Dopo 500 giorni, ho passato circa 72h in fattoria e mi sembrava di esserci stato solo qualche settimana prima, se non che i nostri ragazzi (chiamarli bambini potrebbe offenderli) sono cresciuti tantissimo! Luiza, Lorena, Denis, Ionela e Patricia godono di ottima salute! Non ho incontrato Luigi era ancora a Brasov dove frequenta una scuola superiore di Arti e Mestieri che finisce a metà Luglio.

Quello che hanno fatto Nicu e Mihaela in questi anni, ed in particolare in questi 500 giorni, è stato un lavoro eccezionale. La loro fede è stata decisamente più grande e più ferma della mia. Oltre all’ottimo lavoro fatto con i fratellini Fandarac, hanno portato avanti le molteplici attività della fattoria e anche il sostegno nei villaggi dove operiamo assieme al Pastore Vasile della chiesa di Negresti.

Delle ore che ho trascorso con loro, ho portato via un grandissimo insegnamento “se noi siamo infedeli, Egli rimane fedele. 2 Timoteo 2:13

Durante il volo di ritorno ho messo insieme un contributo video per non dimenticare quanto bisogno ancora ci sia e riflettere sul fatto che non ho scuse per dedicare anche una minima parte del mio tempo per questa opera che Dio mi ha messo nelle mani.

Orazio Gentile